La scienza raccontaNotizie

Tesori nascosti, offerte alle divinità o scorte di fonderia: sull’interpretazione dei depositi di metallo dell’età del bronzo

Conferenza di Elisabetta Borgna, Università degli Studi di Udine
Mercoledì 17 novembre, ore 17.00
Museo Civico di Storia Naturale di Trieste,
via dei Tominz, 4
Ingresso gratuito

Per l’accesso al museo è necessario esibire il green pass.

Conferenza organizzata dal Museo Civico di Storia Naturale di Trieste in sinergia con la Società per la Preistoria e Protostoria della Regione Friuli Venezia Giulia

I depositi di bronzo sotto forma di oggetti finiti di varia forma e funzione – talora intenzionalmente frammentati e sepolti in terra o accantonati in luoghi nascosti, oppure distrutti mediante deposizione in acqua o in grotte e luoghi non raggiungibili – costituiscono un’evidenza caratteristica dell’età del bronzo italiana ed europea, della cui interpretazione si sono occupati molti studiosi offrendo ipotesi diverse e spesso contrastanti; dal dono alla divinità, all’offerta funeraria, alla scorta del metallurgo o all’accumulo di ricchezza con funzione pre-monetale, molte sono state le spiegazioni proposte. Un’articolata analisi dei contesti di ritrovamento, dello stato di conservazione degli oggetti e dell’associazione tra classi di materiale può fornire interessanti spunti per la comprensione non solo della natura del singolo deposito, ma anche di vari aspetti dell’organizzazione sociale ed economica e delle relazioni culturali tra comunità e individui coinvolti nelle attività di produzione, circolazione e scambio del metallo

Info: L’ingresso alla Sala conferenze è libero ed è consentito sino a esaurimento posti (80 posti).
Per accedere è necessario esibire il Green Pass e indossare la mascherina per coprire le vie respiratorie. All’ingresso viene richiesto nome, cognome e numero di telefono al fine di assicurare la tracciabilità. I dati vengono conservati per 14 giorni.